Calendario Liturgico Regionale Siciliano

 

Ciclo Festivo C - Ciclo Feriale Dispari

Colore :Verde

  • Mercoledì della XVIII settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)
  • Ferie del tempo ordinario
  • Opp. S.Gaetano, sacerdote - mem.fac. (bianco)
    Opp. Ss Sisto II, papa, e Compagni, martiri - Mem.fac.(rosso)
    Opp. S.Alberto da Trapani, sacerdote - Mem.fac.(bianco) dal Proprio Regionale
  • Messa a scelta
  • Letture : Nm 13,1-3.25-14,1.26-30.34-35: Rifiutarono una terra di delizie.
    Salmo 105: Ricòrdati di noi, Signore, per amore del tuo popolo.
    Vangelo Mt 15,21-28: Donna, grande è la tua fede!
  • TRAPANI: S.Alberto da Trapani, sacerdote - Solennità (bianco)
    MESSINA: S.Alberto da Trapani, sacerdote - Mem.obbl. (bianco)
    PIAZZA ARMERINA: S.Gaetano, sacerdote - Patrono secondario della diocesi - Mem.obbl.(bianco)
  •  

    Prima lettura

    Nm 13,1-3.25-14,1.26-30.34-35

    Rifiutarono una terra di delizie.


    Dal libro dei Numeri

    In quei giorni, il Signore parlò a Mosè [nel deserto di Paran] e disse: «Manda uomini a esplorare la terra di Canaan che sto per dare agli Israeliti. Manderete un uomo per ogni tribù dei suoi padri: tutti siano prìncipi fra loro». Mosè li mandò dal deserto di Paran, secondo il comando del Signore.
    Al termine di quaranta giorni tornarono dall’esplorazione della terra e andarono da Mosè e Aronne e da tutta la comunità degli Israeliti nel deserto di Paran, verso Kades; riferirono ogni cosa a loro e a tutta la comunità e mostrarono loro i frutti della terra.
    Raccontarono: «Siamo andati nella terra alla quale tu ci avevi mandato; vi scorrono davvero latte e miele e questi sono i suoi frutti. Ma il popolo che abita quella terra è potente, le città sono fortificate e assai grandi e vi abbiamo anche visto i discendenti di Anak. Gli Amaleciti abitano la regione del Negheb; gli Ittiti, i Gebusei e gli Amorrei le montagne; i Cananei abitano presso il mare e lungo la riva del Giordano».
    Caleb fece tacere il popolo davanti a Mosè e disse: «Dobbiamo salire e conquistarla, perché certo vi riusciremo». Ma gli uomini che vi erano andati con lui dissero: «Non riusciremo ad andare contro questo popolo, perché è più forte di noi». E diffusero tra gli Israeliti il discredito sulla terra che avevano esplorato, dicendo: «La terra che abbiamo attraversato per esplorarla è una terra che divora i suoi abitanti; tutto il popolo che vi abbiamo visto è gente di alta statura. Vi abbiamo visto i giganti, discendenti di Anak, della razza dei giganti, di fronte ai quali ci sembrava di essere come locuste, e così dovevamo sembrare a loro». Allora tutta la comunità alzò la voce e diede in alte grida; quella notte il popolo pianse.
    Il Signore parlò a Mosè e ad Aronne e disse: «Fino a quando sopporterò questa comunità malvagia che mormora contro di me? Ho udito le mormorazioni degli Israeliti contro di me. Riferisci loro: “Come è vero che io vivo, oracolo del Signore, così come avete parlato alle mie orecchie io farò a voi! I vostri cadaveri cadranno in questo deserto. Nessun censito tra voi, di quanti siete stati registrati dai venti anni in su e avete mormorato contro di me, potrà entrare nella terra nella quale ho giurato a mano alzata di farvi abitare, a eccezione di Caleb, figlio di Iefunnè, e di Giosuè, figlio di Nun. Secondo il numero dei giorni che avete impiegato per esplorare la terra, quaranta giorni, per ogni giorno un anno, porterete le vostre colpe per quarant’anni e saprete che cosa comporta ribellarsi a me”. Io, il Signore, ho parlato. Così agirò con tutta questa comunità malvagia, con coloro che si sono coalizzati contro di me: in questo deserto saranno annientati e qui moriranno».

    Parola di Dio


    Salmo responsoriale

    Salmo 105

    Ricòrdati di noi, Signore, per amore del tuo popolo.

    R

    Abbiamo peccato con i nostri padri,
    delitti e malvagità abbiamo commesso.
    I nostri padri, in Egitto,
    non compresero le tue meraviglie.

    R

    Presto dimenticarono le sue opere,
    non ebbero fiducia del suo progetto,
    arsero di desiderio nel deserto
    e tentarono Dio nella steppa.

    R

    Dimenticarono Dio che li aveva salvati,
    che aveva operato in Egitto cose grandi,
    meraviglie nella terra di Cam,
    cose terribili presso il Mar Rosso.

    R

    Egli li avrebbe sterminati,
    se Mosè, il suo eletto,
    non si fosse posto sulla breccia davanti a lui
    per impedire alla sua collera di distruggerli.

    R



    Canto al Vangelo (Lc 7,16)


    Alleluia, alleluia.

    Un grande profeta è sorto tra noi, e Dio ha visitato il suo popolo.

    Alleluia.


    Vangelo

    Mt 15,21-28

    Donna, grande è la tua fede!


    + Dal Vangelo secondo Matteo

    In quel tempo, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananea, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Ma egli non le rivolse neppure una parola.
    Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e lo implorarono: «Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!». Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele».
    Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami!». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». «È vero, Signore, – disse la donna – eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni».
    Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.

    Parola del Signore

Agosto 2019
LMMGVSD
01020304
05060708091011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Settembre 2019
LMMGVSD
01
02030405060708
09101112131415
16171819202122
23242526272829
30