Calendario Liturgico Regionale Siciliano

 

Ciclo Festivo C - Ciclo Feriale Dispari

Colore :Bianco

  • S. Giovanni Crisostomo, vescovo e dottore
  • Memoria Obbligatoria
  • Messa propria, pref. comune o della memoria
  • Letture : LEZ.FER.
    1Tm 1,1-2.12-14: Prima ero un bestemmiatore, ma mi è stata usata misericordia.
    Salmo 15: Tu sei, Signore, mia parte di eredità.
    Vangelo Lc 6,39-42: Può forse un cieco guidare un altro cieco?
  •  

    Prima lettura

    1Tm 1,1-2.12-14

    Prima ero un bestemmiatore, ma mi è stata usata misericordia.


    Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a Timòteo

    Paolo, apostolo di Cristo Gesù per comando di Dio nostro salvatore e di Cristo Gesù nostra speranza, a Timòteo, vero figlio mio nella fede: grazia, misericordia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù Signore nostro.
    Rendo grazie a colui che mi ha reso forte, Cristo Gesù Signore nostro, perché mi ha giudicato degno di fiducia mettendo al suo servizio me, che prima ero un bestemmiatore, un persecutore e un violento. Ma mi è stata usata misericordia, perché agivo per ignoranza, lontano dalla fede, e così la grazia del Signore nostro ha sovrabbondato insieme alla fede e alla carità che è in Cristo Gesù.

    Parola di Dio

    Salmo responsoriale

    Salmo 15

    Tu sei, Signore, mia parte di eredità.

    R

    Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.
    Ho detto al Signore: «Il mio Signore sei tu,
    solo in te è il mio bene».
    Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:
    nelle tue mani è la mia vita.

    R

    Benedico il Signore che mi ha dato consiglio;
    anche di notte il mio animo mi istruisce.
    Io pongo sempre davanti a me il Signore,
    sta alla mia destra, non potrò vacillare.

    R

    Mi indicherai il sentiero della vita,
    gioia piena alla tua presenza,
    dolcezza senza fine alla tua destra.

    R



    Canto al Vangelo (Gv 17,17)


    Alleluia, alleluia.

    La tua parola, Signore, è verità; consacraci nella verità.

    Alleluia.


    Vangelo

    Lc 6,39-42

    Può forse un cieco guidare un altro cieco?


    + Dal Vangelo secondo Luca

    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola:
    «Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso? Un discepolo non è più del maestro; ma ognuno, che sia ben preparato, sarà come il suo maestro.
    Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? Come puoi dire al tuo fratello: “Fratello, lascia che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio”, mentre tu stesso non vedi la trave che è nel tuo occhio? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello».

    Parola del Signore

Novembre 2019
LMMGVSD
010203
04050607080910
11121314151617
18192021222324
252627282930
Dicembre 2019
LMMGVSD
01
02030405060708
09101112131415
16171819202122
23242526272829
3031